Sei raggiunto dalla banda (ultra)larga?

La diffusione della banda (ultra)larga è ormai un obiettivo strategico irrinunciabile se si vuol stare al passo con i tempi. Ormai da mesi ci sono lavori in corso un po’ in tutta Italia e non solo nelle più fortunate e grandi città.

A macchia di leopardo fanno capolino sugli armadietti ripartitori dei piccoli “zaini” con testata rossa che mettono a disposizione la tecnologia VDSL2. In sostanza si tratta di DSLAM che non vengono più montati in centrale (come per la classica ADSL)  e questo riduce il cosiddetto “ultimo miglio” in rame a non più di 300-400 metri data la densità degli armadietti stessi. Quindi i collegamenti in fibra ottica sono tra la centrale e i ripartitori mentre in casa degli utenti continua ad arrivare il doppino che però, grazie al VDSL2, riesce a sostenere una velocità di trasmissione dati molto più elevata ( fino a 350 Mbit/s).

Per sapere se la tua zona è coperta o meno dal servizio si può fare riferimento al sito

http://bandaultralarga.italia.it/

digitando il nome del comune e il proprio indirizzo. La mappa consente la visualizzazione delle varie aree di copertura.

Volendo conoscere la situazione nel resto d’Europa si può consultare il sito

https://ec.europa.eu/digital-single-market/en/broadband-member-states

che offre una panoramica delle tecnologie disponibili e della loro copertura nonchè i piani di sviluppo previsti dai vari governi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'invio dei cookies da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzarlo senza modificare le impostazioni o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi