Architettura hardware/software coordinata da smartphone e destinata alla domotica per utenti con disabilità

Ancora un’altra tesi basata sul nostro framework open source Freedomotic e realizzata da Stefano Emanuele Viscomi presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
In questo lavoro si è voluto estendere lo sviluppo del progetto «Spoken House» di Informatici Senza Frontiere conferendo al sistema una nuova e precisa direzione al fine di favorire l’interazione con l’ambiente domestico da parte di utenti con disabilità. Il caso d’uso proposto punta a semplificare la vita agli utenti con disabilità uditiva (parziale o totale) a cui risulta problematico interagire con persone che suonano al citofono della propria abitazione.

Le slide di presentazione sono disponibili sul nostro account SlideShare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'invio dei cookies da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzarlo senza modificare le impostazioni o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi